Bando Lombardia: contributi per efficienza energetica e rinnovabili

Condividi

Oltre 10 milioni di euro per fronteggiare l’aumento dei costi dell’energia che sta mettendo alla prova le imprese

Bando efficienza energetica commercio e servizi lombardia

Dal 15 giugno le imprese lombarde possono inviare le domane per il Bando “Efficienza energetica, commercio e servizi”.

Si tratta di una misura della Regione Lombardia e del sistema camerale per fronteggiare l’aumento dei costi dell’energia, causati dalla crisi internazionale in corso, che contribuiscono ad aggravare il contesto economico attuale in una fase di ripresa delle imprese dalla crisi economica da Covid 19.

A chi si rivolge?

L’intervento è rivolto alle micro imprese e PMI con:

  • sede operativa in Lombardia
  • codice ATECO dei settori commercio, pubblici esercizi e servizi e cioè:
    • G 47 Commercio al dettaglio G 47
    • I 56 Attività dei servizi di ristorazione
    • J 58 Attività editoriali
    • J 63 Attività dei servizi di informazione e altri servizi informatici
    • L 68.3 Attività immobiliari per conto terzi
    • N 82 Attività di supporto per le funzioni di ufficio e altri servizi di supporto alle imprese
    • P 85 Istruzione
    • R 93 Attività sportive di intrattenimento e divertimento
    • S 95 Riparazione di computer e di beni per uso personale e per la casa
    • S 96 Altre attività di servizio alla persona

Quali sono le spese ammissibili?

Sono ammissibili le spese relative a beni e attrezzature strettamente funzionali all’efficientamento energetico.

  • Acquisto e installazione di:
  1. collettori solari termici e/o impianti di microcogenerazione;
  2. impianti fotovoltaici per l’autoproduzione di energia con fonti rinnovabili da utilizzare nel sito produttivo;
  3. macchinari e attrezzature in sostituzione dei macchinari e delle attrezzature in uso nella sede oggetto di intervento;
  4. caldaie ad alta efficienza a condensazione, a biomassa ovvero pompe di calore in sostituzione delle caldaie in uso;
  5. acquisto e installazione di raffrescatori/raffreddatori evaporativi portatili o fissi che non richiedono l’utilizzo di fluidi refrigeranti;
  6. sistemi di domotica per il risparmio energetico e di monitoraggio dei consumi energetici;
  7. apparecchi LED a basso consumo in sostituzione dell’illuminazione tradizionale (a fluorescenza, incandescenza o alogena, etc.) (c.d. relamping);
  • costi per opere murarie, impiantistica e costi assimilati nel limite del 20% delle precedenti spese
  • spese tecniche di consulenza correlate alla realizzazione dell’intervento nel limite del 10% dei costi di cui alle precedenti voci
  • altri costi indiretti (spese generali), riconosciuti in misura forfettaria.

Quale agevolazione è prevista?

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto fino ad un massimo di 30.000 euro per progetto.

L’intensità dell’agevolazione è pari al 50% dei costi ammissibili.

Le risorse complessivamente stanziate sono così suddivise:

  • € 9.615.500,00 a carico di Regione Lombardia;
  • € 1.130.000,00 a carico delle Camere di commercio della Lombardia.

Come presentare domanda?

Le domande di partecipazione possono essere presentate in modalità telematica dal 15 giugno 2022 fino al 15 dicembre 2022.

    Ricevi maggiori informazioni da un advisor FIMAP

    Prenota una call allo 06.4741646 oppure compila il form.

    Nome e cognome*

    Inserisci il bando a cui sei interessato*

    Regione in cui sei localizzato*

    Indirizzo mail*

    Telefono*

    Descrivi la tua impresa, startup o PMI innovativa*


    Condividi