Bando Startup innovative Emilia Romagna 2021

Condividi

Contributi a fondo perduto per le startup innovative dell’Emilia-Romagna: fino a 150mila euro per progetti su transizione digitale, ecologica e salute

BANDO STARTUP INNOVATIVE EMILIA ROMAGNA 2021

La regione Emilia-Romagna stanzia 2,5 milioni di euro per le startup innovative che offrono prodotti o servizi ad elevato contenuto innovativo in linea con le traiettorie della Strategia di Specializzazione Intelligente regionale.

Con questa edizione del bando, un focus particolare è posto sul ruolo di incubatori e acceleratori presenti sul territorio regionale.

Chi può partecipare

Possono presentare domanda le Micro e Piccole imprese regolarmente costituite e iscritte nella Sezione speciale del Registro delle Imprese dedicata alle startup innovative e con una unità locale in Emilia-Romagna.

Al momento della domanda, le imprese partecipanti dovranno dichiarare le componenti di copertura finanziaria al progetto tra l’utilizzo di mezzi propri e/o finanziamenti esterni.

La somma tra capitale sociale sottoscritto e versato e il finanziamento da terzi deve essere superiore al costo totale del progetto.

Se la formula di finanziamento non è rispettata e dimostrata al momento della domanda, i partecipanti dovranno dichiarare di reperire le risorse mancanti, dimostrandone formalmente la disponibilità entro il 31/12/2021, con un’apposita dichiarazione da effettuare entro il 28/02/2022

Quali sono i progetti ammissibili?

Sono ammissibili i progetti finalizzati alla realizzazione di piani imprenditoriali di investimento per lo sviluppo e la commercializzazione di nuovi prodotti, servizi e modelli di business.

In particolare, i progetti dovranno:

  • essere realizzati nel territorio dell’Emilia-Romagna;
  • rientrare in uno dei seguenti ambiti prioritari individuati nella Strategia Regionale di Specializzazione Intelligente:
    • Sistema Agroalimentare;
    • Edilizia e costruzioni;
    • Industrie della salute e del benessere;
    • Meccatronica e motoristica;
    • Industrie culturali e creative; o Innovazione nei servizi.
  • avere una ricaduta innovativa e di potenziale impatto occupazionale su uno dei seguenti ambiti:
    • Transizione digitale;
    • Transizione energetica;
    • Economia circolare;
    • Salute e benessere;
    • Cultura e creatività.
  • contribuire al raggiungimento degli obiettivi dell’agenda 2030;
  • prevedere uno o più tra i seguenti interventi:
    • sviluppo produttivo di risultati di ricerca o di soluzioni tecnologiche derivanti da una o più tecnologie abilitanti;
    • messa a punto del modello di business;
    • adattamento di prodotti/servizi alle esigenze di potenziali clienti;
    • ingegnerizzazione di prototipi e piani di sviluppo industriale (scale-up); o apertura e/o sviluppo di mercati esteri;
  • prevedere l’impegno diretto dei soci dell’impresa proponente e/o di un team, dotati di capacità tecniche e gestionali adeguate, in termini di apporto tecnologico e lavorativo.

I “soggetti accompagnatori”

È prevista la possibilità di accompagnare i progetti con una relazione di supporto effettuata da un “soggetto accompagnatore”: incubatori certificati, incubatori e acceleratori.

Con il termine “soggetto accompagnatore” si fa riferimento a:

  • incubatori certificati di startup innovative previsti dall’art. 25 comma 5 lettere a), b), c), d), e) del D.L. 179/2012
  • incubatori e acceleratori (pubblici, privati, corporate, universitari, italiani ed esteri, ecc.)
    Sono organizzazioni che accelerano e rendono sistematico il processo di creazione di nuove imprese innovative, fornendo loro servizi di supporto come:
    • spazi fisici ad uso ufficio e facilities di tipo logistico
    • laboratori e strumentazione ad uso delle startup
    • servizi di supporto allo sviluppo del business
    • opportunità di integrazione e di networking

In cosa consiste l’agevolazione?

Le startup innovative vincitrici del bando ricevono un contributo è a fondo perduto fino a 150.000 euro, nella forma del conto capitale, nella misura pari al 60% della spesa ammissibile.

Il contributo è incrementato del 10%

  • nel caso in cui i progetti proposti prevedano l’assunzione di almeno una persona con contratto a tempo indeterminato e stabilmente collocata nell’unità locale nella quale si realizza il progetto;

Il contributo è incrementato del 5%

  • nel caso di prevalenza da donne o giovani nella compagine sociale, o nel caso in cui i soggetti proponenti i progetti operino, con riferimento alle unità locali dove si realizza l’intervento, nelle aree montane o nelle aree dell’Emilia-Romagna comprese nella carta nazionale degli aiuti di stato.

Dotazione finanziaria

La dotazione del bando è di 2,5 milioni di euro:

  • 700.000 € a valere sull’annualità 2021;
  • 1.800.000 € a valere sull’annualità 2022.

700.000 € sono riservati al finanziamento di progetti presentati da imprese operanti nei settori delle industrie culturali e creative e innovazione nei servizi.

Quali sono le spese ammissibili?

I costi finanziabili tramite il bando Startup Innovative Emilia-Romagna 2021 sono:

  • acquisto o locazione/leasing di impianti e macchinari;
  • affitto/noleggio laboratori ed attrezzature scientifiche;
  • acquisto e licenze di utilizzo di titoli di proprietà industriale o intellettuale e di software e canoni annuali per certificazioni;
  • Consulenze per progettazione, sviluppo, personalizzazione, collaudo e certificazione di soluzioni innovative, temporary management, supporto alla redazione del business plan, supporto ad analisi strategiche di mercato, supporto allo sviluppo di un piano industriale, supporto allo sviluppo di un piano di internazionalizzazione, collaborazioni a vario titolo, consulenze specialistiche;
  • Costi per la localizzazione di nuove unità locali operative in Regione Emilia-Romagna tramite acquisto (massimo 50% del valore delle prime 4 voci di costo);
  • Costi per personale dipendente.

Presentazione della domanda per il Bando Startup Innovative Emilia-Romagna 2021

I progetti possono essere presentati esclusivamente in modalità telematica dal 22 giugno 2021 al 29 luglio 2021.

    Ricevi maggiori informazioni da un advisor FIMAP

    Prenota una call allo 06.4741646 oppure compila il form.

    Nome e cognome*

    Inserisci il bando a cui sei interessato*

    Regione in cui sei localizzato*

    Indirizzo mail*

    Telefono

    Descrivi la tua impresa, startup o PMI innovativa*


    Condividi