Tech Fast Lombardia: nuovo bando per le PMI

Condividi

Riapre il bando con una dotazione finanziaria incrementata. Fino a 250 mila euro a fondo perduto per progetti di Innovazione e Sviluppo Tecnologico

BANDO TECH FAST LOMBARDIA

La Regione Lombardia ha deliberato il rifinanziamento con oltre 13 milioni di euro del Bando Tech Fast di prossima riapertura che si aggiungono ai 19 milioni di euro di dotazione iniziale.

Lo sportello era stato sospeso a causa dell’esaurimento provvisorio della dotazione finanziaria. Dei 143 progetti presentati, 118 sono in fase di valutazione e 25 in “lista di attesa” per esaurimento fondi.

La misura è diretta alle imprese lombarde che vogliono incrementare il valore aggiunto innovativo attraverso la sperimentazione e l’adozione di soluzioni innovative.

Ad esempio la misura finanzia:

  • lo sviluppo di prototipi
  • la realizzazione di prodotti pilota
  • test e convalida di prodotti, processi o servizi nuovi o migliorati

Il bando Tech Fast Lombardia supporta anche attività di innovazione di processo, che consentano un’accelerazione dell’innovazione tecnologica e digitale dei processi produttivi delle PMI lombarde, attraverso la progettazione, sperimentazione e l’adozione di soluzioni innovative nelle aree strategiche della Regione Lombardia:

  • Aerospazio
  • Agroalimentare
  • Eco-Industria
  • Industrie creative e culturali
  • Industria della salute
  • Manifatturiero avanzato
  • Mobilità sostenibile

Chi può partecipare?

I soggetti ammessi a presentare domanda per il Bando Tech Fast sono le PMI della Lombardia regolarmente costituite, iscritte e attive nel Registro delle Imprese.

Quali sono i progetti ammissibili?

Sono ammissibili i progetti di:

  1. sviluppo sperimentale e di innovazione di processo (nell’ambito dei quali possono essere ricomprese anche attività di trasformazione digitale, come ad esempio Cybsersecurity, Cloud, Big Data, Manifattura Additiva.)
  2. solo sviluppo sperimentale

I progetti devono presentare le seguenti caratteristiche:

  • riguardare le aree di specializzazione intelligente (S3) di Regione Lombardia
  • da realizzarsi nell’ambito di sede operativa sul territorio lombardo
  • prevedere un importo di spesa non inferiore a 80.000 €
  • essere avviati successivamente alla presentazione della domanda

Quali sono le spese ammissibili?

Sono ammissibili i costi per:

  • personale coinvolto nel progetto
  • strumentazioni e attrezzature utilizzati per il progetto
  • ricerca contrattuale, conoscenze e i brevetti acquisiti in licenza e servizi di consulenza e servizi equivalenti usati ai fini del progetto
  • altri costi di esercizio, compresi i costi di materiali e forniture direttamente imputabili al progetto
  • spese generali supplementari calcolate con tasso forfettario pari al 15% delle spese del personale

In cosa consiste l’agevolazione?

L’agevolazione concessa dal Bando Tech Fast Lombardia consiste in un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili e con un importo massimo pari a 250.000 €.

Quali sono le modalità di presentazione della domanda?

I progetti saranno istruiti con modalità a sportello secondo l’ordine cronologico delle domande. La riapertura dello sportello avverrà al termine della procedura di comunicazione alla Commissione europea.

    Ricevi maggiori informazioni da un advisor FIMAP

    Prenota una call allo 06.4741646 oppure compila il form.

    Nome e cognome*

    Inserisci il bando a cui sei interessato*

    Regione in cui sei localizzato*

    Indirizzo mail*

    Telefono

    Descrivi la tua impresa, startup o PMI innovativa*


    Condividi