Fondo per le imprese danneggiate dalla crisi Ucraina

Condividi

Contributi a fondo perduto per le imprese che hanno subito perdite di fatturato e rincari nei costi di beni e servizi a causa della crisi internazionale

Che cos’è?

Il Fondo Ucraina è un fondo istituito dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy. Prevede incentivi per una dotazione totale di 120 milioni di euro, per le imprese che hanno subito ripercussioni economiche negative derivanti dalla crisi internazionale in Ucraina: perdite di fatturato causate dalla contrazione della domanda, dall’interruzione di contratti e progetti esistenti e dalla crisi nelle catene di approvvigionamento.

A chi si rivolge?

L’agevolazione è destinata alle PMI che:

  • negli ultimi due anni hanno realizzato, per almeno il 20% del fatturato, operazioni di compravendita di beni o servizi, compreso l’approvvigionamento di materie prime e semilavorati, con l’Ucraina, la Federazione russa e la Repubblica di Bielorussia
  • negli ultimi tre mesi hanno sostenuto un incremento di almeno del 30% del costo di acquisto medio per materie prime e semilavorati rispetto al costo del 2019 ovvero (per le imprese costituite nel 2020 il termine di riferimento è il costo di acquisto medio del 2021)
  • nel corso degli ultimo trimestre hanno subìto un calo di fatturato di almeno il 30% rispetto all’analogo periodo del 2019.

Quale agevolazione è prevista?

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto fino ad un massimo di 400.000 euro.

L’importo del contributo è calcolato applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare medio dei ricavi (relativi all’ultimo trimestre anteriore alla data di entrata in vigore del decreto-legge n. 50/2022 (18.05.22) e l’ammontare dei medesimi ricavi riferiti al corrispondente trimestre del 2019:

  1. 60%, per i soggetti con ricavi relativi al periodo d’imposta 2019 non superiori 5.000.000 di euro
  2. 40%, per i soggetti con ricavi relativi al periodo d’imposta 2019 superiori 5.000.000,00 e fino a euro 50.000.000 di euro.

Per le imprese costituite dal 1° gennaio 2020, il periodo di imposta di riferimento è quello relativo all’anno 2021.

L’agevolazione non può, comunque, superare l’ammontare massimo di 400.000 euro. Qualora la dotazione finanziaria non sia sufficiente a soddisfare la richiesta di agevolazione riferita a tutte le istanze ammissibili, il Ministero provvede a ridurre in modo proporzionale il contributo sulla base delle risorse finanziare disponibili e delle istanze ammissibili pervenute.

Quando presentare la domanda?

Le domande possono essere presentare a partire dal 10 novembre 2022 fino al 30 novembre 2022, attraverso la piattaforma di Invitalia. 

    Ricevi maggiori informazioni da un advisor FIMAP

    Prenota una call allo 06.4741646 oppure compila il form.

    Nome e cognome*

    Inserisci il bando a cui sei interessato*

    Regione in cui sei localizzato*

    Indirizzo mail*

    Telefono*

    Descrivi la tua impresa, startup o PMI innovativa*


    Condividi