Innovazione e Ricerca. L’Europa che saremo con la nuova programmazione 2021-2027

Condividi

Facciamo il punto sui finanziamenti UE per Ricerca e Sviluppo. Ma cosa dobbiamo aspettarci dopo il 2020 dalla programmazione 2021-2027 e Horizon Europe?

Come esperti nel campo della finanza agevolata e europrogettazione, ci chiediamo già da oggi che futuro si prospetta nell’Europa 2021-2027 per il settore degli investimenti in Ricerca e Sviluppo.

Nel 2010, la Commissione Europea si chiedeva: “Che Europa vogliamo nel 2020?”

ricerca e sviluppo UE 2021-2027 Nel riassumere la strategia che sarebbe stata messa in campo, venivano allora individuate tre priorità:

  • crescita intelligente – sviluppare un’economia basata sulla conoscenza e sull’innovazione;
  • crescita sostenibile – promuovere un’economia più efficiente sotto il profilo delle risorse, più verde e più competitiva;
  • crescita inclusiva – promuovere un’economia con un alto tasso di occupazione, che favorisca la coesione economica, sociale e territoriale

e cinque aree tematiche fortemente interconnesse:

  1. occupazione
  2. istruzione
  3. lotta alla povertà e inclusione sociale
  4. cambiamenti climatici ed energia
  5. ricerca e sviluppo

Le maggiori spese dell’Unione europea si sono concentrate in questi anni proprio sugli ambiti considerati sensibili per le nuove generazioni: su oltre un trilione di euro destinati al budget 2014-2020, più di 513,5 miliardi sono stati oggetto di investimento nel settore “crescita intelligente, sostenibile e inclusiva”.

L’Italia è tra i paesi che ha ricevuto di più, “incassando” finanziamenti per oltre 3 miliardi di euro per stimolare la crescita economica e sostenere la creazione di nuovi posti di lavoro.

fondi ricevuti UE Europa 2020

Innovazione e Ricerca nella strategia Europa 2020

R&S e innovazione sono componenti fondamentali della politica strategica attuata da Europa 2020, dal momento che contribuiscono al conseguimento di una crescita intelligente, ma sono anche necessari per raggiungere gli obiettivi di inclusione e sostenibilità. Infatti, l’introduzione di nuove idee sul mercato comporta un aumento della competitività industriale, con conseguente creazione di posti di lavoro e di crescita della produttività, in una logica di interconnessione propria della Strategia europea.

Le attività di R&S e innovazione contribuiscono a creare un’economia fondata sulla conoscenza e sullo sviluppo di nuove soluzioni scientifiche e tecnologiche fondamentali per affrontare le sfide globali più sentite come il cambiamento climatico, il risparmio energetico e la sostenibilità ambientale del sistema produttivo.

È il framework nel quale Fimap opera ogni giorno, in contesti dove occorre inserirsi con strategie di open innovation management, digital transformation, finanza agevolata e innovation advisory, allineando le politiche d’impresa alle strategie europee di crescita.

La politica di ricerca e innovazione dell’UE perseguita finora può essere riassunta nel perseguimento di tre obiettivi principali:

  1. Open Innovation
  2. Open Science
  3. Open-to-the-world.

Al 2018 i finanziamenti di questa politica sono stati quasi 75 miliardi di euro (Eurostat, 2018), per l’incubazione, la crescita e l’implementazione, fino all’entrata sul mercato di nuove idee, relative a progetti di ricerca che hanno generato eccellenze scientifiche e leadership industriali nel contesto europeo.

I finanziamenti dell’UE a favore della ricerca sono stati in gran parte raggruppati nel quadro di Horizon 2020, l’ottavo programma quadro di ricerca e innovazione dell’UE per il periodo 2014-2020 che mira a garantire la competitività dell’Europa sul piano globale. L’Europa rappresenta oggi il 20% degli investimenti globali in ricerca e sviluppo, produce un terzo di tutte le pubblicazioni scientifiche di alta qualità e detiene una posizione leader a livello mondiale nei settori farmaceutico, chimico, meccanico e della moda.

Gli investimenti europei più cospicui sono stati rivolti a progetti legati all’innovazione di piccole e medie imprese, con una crescita capillare del tessuto imprenditoriale dei Paesi UE.

 R&S e Innovazione per il periodo 2021-2027

A cosa dovremmo prepararci in vista della nuova programmazione europea 2021-2027 e di Horizon Europe, il nuovo Programma europeo dedicato alla Ricerca e all’Innovazione?

Si continuerà ad intrecciare innovazione tecnologica, sostenibilità ambientale e crescita occupazionale anche nel prossimo futuro, per far fronte alle “debolezze” europee e creare un tessuto economico fortemente competitivo al livello globale.

Horizon Europe

Un assaggio lo abbiamo avuto con il lancio per l’ultimo biennio di Horizon 2020 del progetto pilota Enhanced European Innovation Council Pilot (EIC Pilot) per sostenere, come venture capitalist, innovatori di alto livello, startup, piccole imprese e ricercatori con idee brillanti e radicalmente innovative rispetto a prodotti, servizi o modelli aziendali già esistenti.

Horizon Europe sarà un programma di ricerca e innovazione ancor più ambizioso di Horizon 2020. Si cercherà di ottenere un impatto sui problemi che riguardano la nostra vita quotidiana con un maggior coinvolgimento dei cittadini. L’approccio sarà sempre più in direzione open science e open innovation, con l’accesso aperto a pubblicazioni, dati e alla ricerca nell’ambito del data management, per cercare di costruire uno spazio europeo della ricerca.

Horizon Europe le novità programmazione UE 2021-2027

Lo stanziamento di bilancio proposto è di 100 miliardi di euro per il 2021-2027 e comprende 97,6 miliardi di euro per Horizon Europe (di cui 3,5 miliardi di euro saranno assegnati nell’ambito del fondo InvestEU) e 2,4 miliardi di euro per il programma di ricerca e formazione di Euratom.

L’Europa cercherà anche di essere più flessibile, razionalizzando i finanziamenti e semplificando il sistema degli investimenti per competere con l’ecosistema statunitense e rispondere alla minaccia cinese dall’altro fianco.


Raccontaci la tua innovazione | start up

Fimap assiste PMI e start up innovative come grant advisor, affiancandole nelle attività di ricerca di contributi e finanziamenti nei temi della digital transformation e innovazione, portandole a vincere bandi regionali e nazional e call europee, con una solida strategia di Finanza Agevolata.

Il framework che ha definito, l’Innovation Radar, punta a facilitare l’incontro tra nuove soluzioni e startup innovative e la crescente domanda di innovazione da parte delle imprese, per creare nuove opportunità di business.

L’Innovation Radar di Fimap è il primo strumento che sviluppa l’open innovation in maniera integrata con la finanza agevolata (“co-founded open innovation”).

Un esperto è a tua disposizione per un prospetto grauito di tutte le opportunità alle quali la tua start up o pmi può accedere in questo momento.

RICHIEDI INFORMAZIONI E ASSISTENZA


Condividi