Nuove Imprese a Tasso zero. La guida al Bando per le Startup di giovani e donne

Condividi

Tutto quello che devi sapere, agevolazioni previste e requisiti per accedere all’incentivo di Invitalia “Nuove Imprese a Tasso Zero”

Nuove imprese a tasso zero” è l’iniziativa, gestita da Invitalia per sostenere la creazione di micro e piccole imprese competitive a prevalente o totale partecipazione di giovani under 35 o donne, su tutto il territorio nazionale.

nuove-imprese-a-tasso-zero-2019
In cosa consiste

Consiste in finanziamenti agevolati per l’avvio di startup relative a:

  • produzione di beni (nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli);
  • fornitura di servizi alle imprese e alle persone;
  • commercio di beni e servizi;
  • turismo
  • attività della filiera turistico-culturale;
  • servizi per l’innovazione sociale.

Il Decreto Crescita 2019 ha previsto la modifica di alcuni punti salienti della misura.

Nell’attesa del decreto ministeriale che renderebbe operative le novità, continua ad applicarsi la disciplina precedente.

Le novità previste dal Decreto Crescita 2019

Di seguito, vi forniamo uno schema delle principali modifiche previste dal DL Crescita ma non ancora entrate in vigore:

  • La durata dei finanziamenti concedibili passa da 8 a 10 anni
  • Si allarga la platea dei beneficiari: le micro e piccole imprese costituite da non più di 60 mesi, anziché da non oltre 12 mesi
  • L’importo del finanziamento aumenta dal 75% della spesa ammissibile al 90% in caso di imprese costituite da almeno 36 mesi e non oltre 60 mesi
  • L’importo massimo delle spese viene elevato a 3 milioni di euro in caso di imprese costituite da almeno 36 mesi e non oltre 60 mesi
  • Vengono inserite tra le spese ammissibili anche i costi iniziali di gestione (per un massimo del 20% delle spese totali ammissibili) per le imprese costituite da non più di 36 mesi
  • Si ammette il cumulo delle agevolazioni con altri aiuti di Stato, nei limiti previsti dalla normativa europea in materia
  • Viene inserito un servizio di tutoraggio per le imprese costituite da non più di 36 mesi

Guida aggiornata al Bando

Analizziamo ora le principali caratteristiche del bando Nuove Imprese a Tasso Zero sulla base della normativa vigente oggi.

A chi si rivolge

Possono richiedere l’agevolazione:

  • le imprese costituite in forma societaria da non più di 12 mesi, comprese le cooperative, la cui compagine societaria sia composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da giovani di età compresa tra i 18 ed i 35 anni o da donne
  • le società costituende formate da sole persone fisiche, purché si costituiscano entro 45 giorni dalla data di comunicazione del provvedimento di ammissione.

Spese Ammissibili

Sono ammesse al programma d’investimento le spese riguardanti:

  • il suolo aziendale
  • i fabbricati e le opere murarie (comprese le ristrutturazioni)
  • i macchinari, gli impianti e le attrezzature
  • i brevetti, le licenze ed i marchi (compresi i programmi ed i servizi informatici)
  • la formazione specialistica dei soci e dei dipendenti
  • le consulenze specialistiche e gli studi di fattibilità

Agevolazione prevista

L’agevolazione consiste in un finanziamento agevolato a tasso zero della durata massima di 8 anni fino al 75% delle spese ammissibili.

Per il 25% residuo, si richiede il cofinanziamento da parte dell’impresa, con risorse proprie o mediante finanziamenti bancari.

Vuoi fare domanda per il bando Nuove Imprese a Tasso Zero?

Per saperne di più sul bando Nuove imprese a tasso zero e chiedere informazioni su come presentare la domanda di agevolazione, contatta la divisione Fimap specializzata in Finanza agevolata e Europrogettazione, specificando nell’oggetto “Nuove imprese a tasso zero”,  tramite form o email info@fimap.srl

Oppure chiama: 06 474 16 46

 

 


Condividi