PNRR M4C2.2: 20 milioni di euro per Ricerca e Innovazione

Condividi

E’ stato pubblicato il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico relativo ai Partenariati Horizon Europe – per la ricerca e l’innovazione – nell’ambito della misura M4C2.2 – Investimento 2.2 del Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Si prevedono azioni a supporto di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale delle imprese italiane selezionati nei bandi emanati dalle istituzioni UE, per promuovere relazioni più strette tra la comunità dei ricercatori e l’industria, in ottica di una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva nell’Unione europea e di sostenere la valorizzazione economica dell’innovazione sull’intero territorio nazionale attraverso la sperimentazione e l’adozione di soluzioni innovative di alto profilo.

A chi si rivolge?

Possono beneficiare delle agevolazioni i seguenti soggetti:

a) le imprese che esercitano le attività di cui all’art. 2195 del codice civile, numeri 1) attività industriali dirette alla produzione di beni o di servizi e 3) attività di trasporto per terra, per acqua o per aria, ivi comprese le imprese artigiane;

b) le imprese agro-industriali che svolgono prevalentemente attività industriale;

c) le imprese che esercitano attività ausiliarie in favore delle imprese di cui alle lettere a) e b);

d) i centri di ricerca.

Cosa finanzia?

I progetti ammissibili alle agevolazioni devono prevedere la realizzazione di attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale, strettamente connesse tra di loro in relazione agli obiettivi specifici previsti nei singoli bandi emanati dalla KDT JU, finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti o processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo delle tecnologie abilitanti fondamentali.

Agevolazioni previste

Per contribuire allo sviluppo di una industria forte e competitiva nel settore dei componenti e dei sistemi elettronici 20 milioni di euro sono destinati al cofinanziamento dei progetti delle imprese italiane selezionati nei bandi emanati nel corso del 2022 da KDT JU – Innovation actions (IA).

Le agevolazioni sono concesse, nei limiti delle intensità massime di aiuto e delle soglie di notifica individuali stabilite dal regolamento GBER nella forma del contributo diretto alla spesa per una percentuale nominale dei costi e delle spese ammissibili articolata come segue:

a) per i bandi di Innovation actions (general):

a.1) 20% per le imprese di grandi dimensioni;

a.2) 30% per le PMI;

a.3) 35% per università, centri di ricerca e organismi di ricerca;

b) per i bandi di Innovation actions (focus topic):

b.1) 25% per le imprese di grandi dimensioni;

b.2) 35% per le PMI;

b.3) 35% per università, centri di ricerca e organismi di ricerca.

Presentazione delle domande

I termini e le modalità per la presentazione delle domande di agevolazione saranno definiti con successivo provvedimento attuativo.


Condividi